Relazione tra allergia alla carne rossa e sensibilizzazione alla gelatina e al galattosio-alfa-1,3-galattosio


Sono stati osservati pazienti clinicamente allergici alla carne rossa e alla gelatina derivata dalla carne ed è stata effettuata una valutazione prospettica del significato clinico della sensibilizzazione alla gelatina, il valore predittivo di un risultato positivo al test e un esame del rapporto tra reazioni allergiche alle carni rosse e sensibilizzazione alla gelatina e galattosio-alfa-1,3-galattosio ( alfa-Gal ).

Pazienti adulti valutati nel periodo 1997-2011 per sospetta allergia / anafilassi a farmaci, veleno di insetti o cibo sono stati sottoposti a test cutaneo con gelatina colloidale.
È stato effettuato un test in vitro ( ImmunoCAP ), ove possibile.

Risultati positivi alla gelatina sono stati osservati in 40 soggetti su 1335: 30 dei 40 pazienti con allergia alla carne rossa ( 12 anche clinicamente allergici alla gelatina ), 2 di 2 pazienti con anafilassi indotta dalla gelatina colloidale, 4 su 172 pazienti con anafilassi idiopatica ( tutti hanno risposto alla prova per via endovenosa con gelatina 0.02-0.4 g ), e 4 di 368 pazienti con allergia ai farmaci.

I risultati sono stati negativi in tutti i pazienti con allergia al veleno ( n=241 ), allergia alimentare non alla carne ( n=222 ), e disturbi vari ( n=290 ).

I risultati ImmunoCAP sono stati positivi per alfa-Gal in 20 dei 24 pazienti con allergia alla carne e in 20 dei 22 pazienti con risultati positivi al test cutaneo per la gelatina.

I risultati dei test cutanei per la gelatina e le misurazioni di IgE anti-alfa-Gal sono risultati fortemente correlati ( r=0.46, p minore di 0.01 ).

Alfa-Gal è stato rilevato nel colloide di gelatina bovina a concentrazioni di circa 0.44-0.52 microg/g mediante radio-immuno essay ( RIA ) di inibizione.

In conclusione, la maggior parte dei pazienti allergici alle carni rosse sono stati sensibilizzati alla gelatina e un sottoinsieme era clinicamente allergico ad entrambi.

Il rilevamento di alfa-Gal nella gelatina e la correlazione tra i risultati di alfa-Gal e il test per la gelatina aumentano la possibilità che le IgE alfa-Gal possano essere il bersaglio della reattività alla gelatina.

La relazione patogenetica tra punture di zecche e sensibilizzazione alle carni rosse, alfa-Gal, e gelatina ( con o senza reattività clinica ) rimane incerto. ( Xagena2012 )

Mullins RJ et al, J Allergy Clin Immunol 2012; 129: 1334-1342


Gastro2012 Med2012



Indietro

Altri articoli

L'immunoterapia orale è stata associata a un aumento sia della desensibilizzazione che della remissione dell'allergia alle arachidi tra i bambini...


La storia allergica in individui con anafilassi confermata a un vaccino COVID-19 a RNA messaggero ( mRNA ) è comune....


Per le allergie alle arachidi si raccomanda di evitarle nella dieta. Uno studio randomizzato a lungo termine su adulti e...


L'immunoterapia orale è un trattamento sperimentale emergente per l'allergia alle arachidi, ma i suoi benefici e i danni non sono...


Non esistono trattamenti approvati per l’allergia alle arachidi. Sono stati valutati l'efficacia e gli eventi avversi dell'immunoterapia epicutanea con un...


Nonostante i progressi nell'immunoterapia orale con cibo singolo, ci sono poche prove riguardo alla sicurezza e all'efficacia del trattamento di...


L'allergia alle arachidi, per la quale non esistono opzioni di trattamento approvate, colpisce i pazienti che sono a rischio di...


L’ EMA ( European Medicines Agency ) ha avviato una revisione di alcuni medicinali somministrati per via iniettiva per il...


In uno studio randomizzato, l'introduzione precoce di arachidi nella dieta di bambini ad alto rischio di allergia ha dimostrato di...


La prevalenza della allergia alle arachidi tra i bambini nei Paesi occidentali è raddoppiata negli ultimi 10 anni, e l'allergia...