Indacaterolo una volta al giorno rispetto a Salmeterolo due volte al giorno per la BPCO


L'Indacaterolo ( Ombrez Breezhaler ) è un nuovo broncodilatatore beta-2 agonista a ultra-lunga durata d'azione, per via inalatoria, una volta al giorno, approvato in Europa per il trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ).

Uno studio ha valutato l'efficacia e la sicurezza di Indacaterolo rispetto a placebo e il beta2-agonista a lunga durata d’azione ( LABA ) Salmeterolo ( Serevent ) due volte al giorno, come controllo attivo.

I pazienti con BPCO da moderata a grave sono stati assegnati in maniera casuale a 6 mesi di trattamento, in doppio cieco, con Indacaterolo ( 150 microg una volta al giorno ), Salmeterolo ( 50 microg due volte al giorno ) oppure a placebo.

L’endpoint primario di efficacia ( 24 ore dopo la somministrazione ) era rappresentato dal volume espiratorio forzato in 1 s ( FEV1 ) dopo 12 settimane.

Sono stati randomizzati 1.002 pazienti e 838 ( 84% ) hanno completato lo studio.

L'Indacaterolo ha aumentato FEV1 alla settimana 12 di 170 ml rispetto al placebo ( p minore di 0.001 ) e di 60 ml rispetto a Salmeterolo ( p minore di 0.001 ).

Entrambi i trattamenti attivi hanno migliorato lo stato di salute ( St George’s Respiratory Questionnaire ) e la dispnea ( indice di dispnea di transizione [ TDI ] ), rispetto al placebo, con differenze che hanno favorito Indacaterolo.

I profili di sicurezza sono risultati simili tra i gruppi di trattamento, e sia Indacaterolo sia Salmeterolo sono stati ben tollerati.

Dallo studio è emerso che il trattamento con 150 microg di Indacaterolo una volta al giorno ha esercitato un effetto broncodilatatore significativo e clinicamente rilevante nelle 24 ore dopo la somministrazione, e ha migliorato lo stato di salute e la dispnea in misura superiore rispetto a 50 microg di Salmeterolo due volte al giorno.
L'Indacaterolo potrebbe rivelarsi un utile trattamento aggiuntivo per i pazienti con BPCO. ( Xagena2011 )

Kornmann O et al, Eur Respir J 2011; 37: 273-279


Pneumo2011 Farma2011


Indietro

Altri articoli

I beta-agonisti a lunga durata d'azione ( LABA ) hanno mostrato di aumentare il rischio di morte per asma tra...


L'uso sicuro e appropriato dei beta-agonisti a lunga durata d'azione ( LABA ) per il trattamento dell’asma è stato ampiamente...


Nei pazienti con asma grave, il Tiotropio migliora la funzione polmonare e il rischio di esacerbazione quando è aggiunto ad...


L'effetto dei polimorfismi del gene che codifica per i recettori beta-2-adrenergici ( ADRB2 ) sulla risposta al trattamento con broncodilatatori...


Le recenti lineeguida dell'asma hanno sostenuto la sicurezza dei beta2-agonisti a lunga durata d'azione ( LABA ) e delle basse-moderate...


QVA149 è una terapia di combinazione a dose prefissata per il trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ) costituita...


Il fumo induce infiammazione delle vie aeree e relativa resistenza agli steroidi per via inalatoria.L'obiettivo di uno studio è stato...


Le vie aeree contengono la muscolatura liscia delle vie aeree e la muscolatura liscia vascolare. Gli effetti acuti dei beta...


Il fumo induce infiammazione delle vie aeree e relativa resistenza agli steroidi per via inalatoria.L'obiettivo di uno studio è stato...