L’impiego di Salmeterolo associato ad un aumentato rischio di morte associata all’asma


L’FDA ( U.S. Food and Drug Administration ) ha approvato alcuni cambiamenti nelle schede tecniche di Advair ( Fluticasone + Salmeterolo; in Italia: Seretide ) o di Serevent ( Salmeterolo ).
Questi farmaci non dovrebbero essere impiegati in acuto per controllare i sintomi dell’asma.

Il Salmeterolo, che è uno dei componenti di questi farmaci anti-asma, è associato ad un aumentato rischio di morte correlata alla malattia.

Il Salmeterolo è stato aprovato dall’FDA nel 1997 nel trattamento dell’asma.
Successivamente la sua indicazione è stata estesa al trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ).
Il Salmeterolo è un agonista beta-2 a lunga durata d’azione.

Il provvedimento nei confronti di Advair e Serevent è scaturito dai risultati dello studio SMART ( Salmeterol Multi-center Asthma Research Trial ), interrotto in modo prematuro a causa di un aumento delle morti correlate all’asma tra i pazienti che hanno assunto Salmeterolo.

Lo studio SMART è stato avviato nel 1996 da GlaxoSmithKline.
L’obiettivo era quello di valutare la sicurezza del Salmeterolo.

Nella scheda tecnica di Serevent, così come in quella di Advair, si legge:

Gli agonisti beta-2 a lunga durata d’azione, come il Salmeterolo, possono aumentare il rischio di morte associato all’asma.
Pertanto, quando si trattano i pazienti con asma, i medici dovrebbero prescrivere solo Serevent per i pazienti non adeguatamente controllati con altri farmaci anti-asma ( es. corticosteroidi per via inalatoria a basso-medio dosaggio ).
Serevent non è indicato nei pazienti la cui asma può essere gestita con corticosteroidi per via inalatoria assieme a beta-2 agonisti a breve durata d’azione. ( Xagena2006 )

Fonte: FDA, 2006


Farma2006 Pneumo2006


Indietro

Altri articoli

I beta-agonisti a lunga durata d'azione ( LABA ) hanno mostrato di aumentare il rischio di morte per asma tra...


L'uso sicuro e appropriato dei beta-agonisti a lunga durata d'azione ( LABA ) per il trattamento dell’asma è stato ampiamente...


Nei pazienti con asma grave, il Tiotropio migliora la funzione polmonare e il rischio di esacerbazione quando è aggiunto ad...


L'effetto dei polimorfismi del gene che codifica per i recettori beta-2-adrenergici ( ADRB2 ) sulla risposta al trattamento con broncodilatatori...


Le recenti lineeguida dell'asma hanno sostenuto la sicurezza dei beta2-agonisti a lunga durata d'azione ( LABA ) e delle basse-moderate...


QVA149 è una terapia di combinazione a dose prefissata per il trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ) costituita...


Il fumo induce infiammazione delle vie aeree e relativa resistenza agli steroidi per via inalatoria.L'obiettivo di uno studio è stato...


Le vie aeree contengono la muscolatura liscia delle vie aeree e la muscolatura liscia vascolare. Gli effetti acuti dei beta...


Il fumo induce infiammazione delle vie aeree e relativa resistenza agli steroidi per via inalatoria.L'obiettivo di uno studio è stato...


L'Indacaterolo ( Ombrez Breezhaler ) è un nuovo broncodilatatore beta-2 agonista a ultra-lunga durata d'azione, per via inalatoria, una volta...