I sintomi non-motori possono migliorare dopo trattamento con il gel intestinale a base di Levodopa-Carbidopa nei pazienti con malattia di Parkinson avanzata


E’stata analizzata l'evoluzione dei sintomi non-motori e la valutazione clinica globale alla scala CGI nei pazienti con malattia di Parkinson avanzata trattati con gel intestinale di Levodopa-Carbidopa ( LCIG ).

I pazienti con malattia di Parkinson avanzata provenienti da 18 Centri trattati con il gel intestinale di Levodopa-Carbidopa nel periodo 2006-2011 sono stati inclusi in questo studio osservazionale retrospettivo.

Le valutazioni di cambiamento nei 31 sintomi non-motori ( classificati sulla scala Likert a 7-punti da forte peggioramento a grande miglioramento ) e i punteggi alla scala Global Impression of Change dei pazienti ( P-GIC ) e dei neurologi ( C-GIC ) sono stati raccolti in una singola valutazione al momento dell'arruolamento.

Il 52% dei pazienti era di sesso maschile e l'età media era di 70.1 anni ( n=123 ).
Il numero medio dei sintomi non-motori per paziente era di 22.3, e il 64.5% dei pazienti ha presentato più di 20 sintomi non-motori.

Dopo il trattamento con il gel intestinale di Levodopa-Carbidopa, 121 pazienti hanno riportato un numero totale di 2702 sintomi non-motori, di cui il 35.3% ha presentato miglioramento, il 38.9% è rimasto uguale e il 25.8% è peggiorato.
I sintomi non-motori con maggiori miglioramenti sono stati: capogiri ( 59.7% ), affaticamento ( 57.6% ) e umore piatto ( 56.0% ).

Miglioramento globale è stato riportato dall’86.8% ( 45.5% grande miglioramento ) dei pazienti e dall’88.6% ( 50.4% grande miglioramento ) dei medici in base, rispettivamente, ai punteggi alle scale P-GIC e C-GIC.

Nell'indice di efficacia ( CGI-E ) un 77.7% dei pazienti ha presentato un effetto terapeutico marcato o moderato, senza eventi avversi o con gli eventi avversi che non interferivano in modo significativo con il funzionamento dei pazienti.

In conclusione, i sintomi non-motori sono prevalenti nella malattia di Parkinson avanzata e possono migliorare dopo il trattamento con il gel intestinale a base di Levodopa-Carbidopa, come ad esempio vertigini, affaticamento e umore piatto.
Ulteriori studi sono necessari per confermare questi risultati.
Il gel intestinale di Levodopa-Carbidopa sembra avere un effetto benefico secondo la scala CGI dei pazienti e dei neurologi. ( Xagena2015 )

Parra JC et al, Movement Disorders 2015; 30 Suppl 1: 447

Neuro2015 Farma2015


Indietro

Altri articoli

La Levodopa è il trattamento principale per i sintomi della malattia di Parkinson. Determinare se la Levodopa abbia anche un...


I pazienti con malattia di Parkinson trattati cronicamente con Levodopa hanno comunemente un inizio ritardato o imprevedibile dei benefici dopo...


È stata valutata la relazione tra lo sviluppo della discinesia indotta da Levodopa ( LID ) e i cambiamenti longitudinali...


Si è determinato se aumentare le dosi fisse di Carbidopa di 65 o 105 mg ( ODM-101/65 e ODM-101/105 )...


È stata valutata la frequenza della discinesia in una coorte di pazienti con malattia di Parkinson basata sulla popolazione. La...


Il trattamento con Levodopa nella malattia di Parkinson può contribuire a diminuire la pressione aortica centrale ( CAP ), che...


Sono stati riportati i risultati di una indagine, effettuata in Italia, volta a quantificare l'attuale livello di diffusione del...


Sono stati pubblicati i risultati di uno studio di fase 2 riguardanti Dipraglurant, un candidato farmaco per i pazienti con...


È stato valutato l'effetto del gel intestinale Levodopa-Carbidopa ( sospensione enterale Carbidopa-Levodopa; Duopa; Duodopa ) nei pazienti con malattia di...


Diversi studi sul gel intestinale Levodopa-Carbidopa ( LCIG; Duodopa ) hanno mostrato una riduzione significativa del tempo OFF e un...