Calcitonina nel trattamento del dolore acuto e cronico nelle fratture vertebrali osteoporotiche da compressione


Il collasso delle vertebre è una comune frattura associata alla osteoporosi. Il dolore che ne consegue può essere grave e spesso richiedere terapia farmacologica e riposo a letto.
Diversi studi hanno indicato la Calcitonina nel trattamento del dolore da frattura.

E’ stata compiuta una meta-analisi con l’obiettivo di determinare l’efficacia analgesica della Calcitonina per il dolore acuto e cronico delle fratture vertebrali osteoporotiche da compressione.

Sono stati presi in esame 13 studi clinici, randomizzati e controllati con placebo, per un totale di 589 pazienti.

I risultati combinati hanno dimostrato che la Calcitonina riduce in modo significativo la gravità del dolore acuto in presenza di fratture vertebrali osteoporotiche da compressione di recente insorgenza.

Il dolore a riposo si è ridotto a partire dalla prima settimana ( differenza media = -3.39 ) con miglioramenti continui fino alla 4.a settimana.

Alla 4.a settimana, la differenza nei punteggi del dolore durante il movimento è risultata ancora maggiore ( differenza media standardizzata = -5.99 ).

Nei pazienti con dolore cronico non è emersa alcuna differenza statisticamente significativa a riposo, ma dopo 6 mesi è stata rilevata una piccola ma significativa differenza tra i gruppi in relazione al dolore durante il movimento ( differenza media standardizzata = 0.49 ).

Gli effetti collaterali sono stati lievi, e quelli più comuni erano i disturbi enterici e il flushing ( arrossamento ).

Sebbene l’efficacia della Calcitonina sia stata dimostrata nella gestione della forma acuta del dolore lombare associato a fratture vertebrali osteoporotiche da compressione recenti, non esistono evidenze convincenti a sostegno dell'impiego del farmaco nel dolore cronico associato a fratture meno recenti della stessa origine. ( Xagena2011 )

J A Knopp-Sihota et al, Osteoporosis Int 2011; 23: 17-38

Endo2011 Farma2011 Chiru2011


Indietro

Altri articoli

La sospensione degli antibiotici guidati dalla procalcitonina ( PCT ) sembra ridurre l'uso di antibiotici nei pazienti in condizioni critiche,...


Il recettore del peptide correlato al gene della calcitonina ( CGRP ) è stato implicato nella patogenesi dell'emicrania. Rimegepant è...


L'effetto dell'uso di antibiotici guidato dalla procalcitonina sul trattamento per sospetta infezione del tratto respiratorio inferiore non è ben definito. In...


E' stata effettuata una meta-analisi su 6.708 pazienti con infezioni respiratorie, arruolati in 26 studi effettuati in 12 Paesi. Da...


L'EMA ( European Medicines Agency ) ha completato una revisione dei benefici e dei rischi della Calcitonina essendo emersa, da...


La Calcitonina trova indicazione terapeutica nella prevenzione della perdita acuta di massa ossea dovuta a improvvisa immobilizzazione come in pazienti...


La procalcitonina è stata ben definita come un importante marker di sepsi e di infezione sistemica. Uno studio ha valutato...


La ridotta durata del trattamento antibiotico potrebbe tenere sotto controllo l'emergenza legata ai batteri resistenti ai farmaci nelle Unità di...


In precedenti studi clinici di non ampie dimensioni, un algoritmo basato sulla procalcitonina ha ridotto l’uso di antibiotici nei pazienti...