Uso di antibiotici guidato dalla procalcitonina per infezione del tratto respiratorio inferiore


L'effetto dell'uso di antibiotici guidato dalla procalcitonina sul trattamento per sospetta infezione del tratto respiratorio inferiore non è ben definito.

In 14 ospedali statunitensi con alta aderenza alle misure di qualità per il trattamento della polmonite, sono state fornite indicazioni ai medici sulle raccomandazioni nella pratica clinica nazionale per il trattamento delle infezioni del tratto respiratorio inferiore e l'interpretazione dei saggi sulla procalcitonina.

Sono stati assegnati casualmente i pazienti che si presentavano al Pronto soccorso con una sospetta infezione del tratto respiratorio inferiore, e per i quali il medico curante era incerto se la terapia antibiotica fosse indicata a uno di due gruppi: il gruppo procalcitonina, nel quale i medici curanti avevano i risultati iniziali e seriali, se il paziente era stato ricoverato in ospedale, del test sulla procalcitonina e una linea guida sull'uso di antibiotici con raccomandazioni graduate basate su quattro livelli di livelli di procalcitonina, o il gruppo di terapia abituale.

In totale 1.656 pazienti sono stati inclusi nella coorte di analisi finale ( 826 assegnati in modo casuale al gruppo procalcitonina e 830 al gruppo di terapia abituale ), di cui 782 ( 47.2% ) sono stati ospedalizzati e 984 ( 59.4% ) hanno ricevuto antibiotici entro 30 giorni.
Il medico curante ha ricevuto i risultati del test della procalcitonina per 792 pazienti su 826 ( 95.9% ) nel gruppo procalcitonina ( tempo mediano dalla raccolta del campione al risultato del test, 77 minuti ) e per 18 pazienti su 830 ( 2.2% ) nel gruppo di terapia abituale.

In entrambi i gruppi, il livello di procalcitonina è stato associato alla decisione di prescrivere antibiotici nel Pronto soccorso.
Non c'è stata alcuna differenza significativa tra il gruppo procalcitonina e il gruppo di terapia abituale nei giorni di assunzione degli antibiotici ( media, 4.2 e 4.3 giorni, rispettivamente, differenza, -0.05 giorni; P=0.87 ) o nella proporzione di pazienti con esiti avversi ( 11.7%, 96 pazienti, e 13.1%, 109 pazienti; differenza, -1.5 punti percentuali; P minore di 0.001 per non-inferiorità ) entro 30 giorni.

In conclusione, la disponibilità dei risultati del dosaggio della procalcitonina, insieme a istruzioni sulla loro interpretazione, al Pronto soccorso e ai medici ospedalieri non ha comportato un minore uso di antibiotici rispetto alle cure abituali tra i pazienti con sospetta infezione del tratto respiratorio inferiore. ( Xagena2018 )

Huang DT et al, N Engl J Med 2018; 379: 236-249

Pneumo2018 Farma2018


Indietro

Altri articoli

La sospensione degli antibiotici guidati dalla procalcitonina ( PCT ) sembra ridurre l'uso di antibiotici nei pazienti in condizioni critiche,...


Il recettore del peptide correlato al gene della calcitonina ( CGRP ) è stato implicato nella patogenesi dell'emicrania. Rimegepant è...


E' stata effettuata una meta-analisi su 6.708 pazienti con infezioni respiratorie, arruolati in 26 studi effettuati in 12 Paesi. Da...


L'EMA ( European Medicines Agency ) ha completato una revisione dei benefici e dei rischi della Calcitonina essendo emersa, da...


La Calcitonina trova indicazione terapeutica nella prevenzione della perdita acuta di massa ossea dovuta a improvvisa immobilizzazione come in pazienti...


Il collasso delle vertebre è una comune frattura associata alla osteoporosi. Il dolore che ne consegue può essere grave e...


La procalcitonina è stata ben definita come un importante marker di sepsi e di infezione sistemica. Uno studio ha valutato...


La ridotta durata del trattamento antibiotico potrebbe tenere sotto controllo l'emergenza legata ai batteri resistenti ai farmaci nelle Unità di...


In precedenti studi clinici di non ampie dimensioni, un algoritmo basato sulla procalcitonina ha ridotto l’uso di antibiotici nei pazienti...