Caratterizzazione molecolare ed istologica della cartilagine di pazienti con sindrome di Morquio


Ricercatori degli Istituti Ortopedici Rizzoli di Bologna hanno esaminato il profilo di espressione genetica e gli aspetti istologici della cartilagine articolare dei pazienti affetti da sindrome di Morquio, una malattia da accumulo lisosomiale, caratterizzata da accumulo di glicosaminoglicani entro le cellule, con conseguente formazione e crescita abnorme del sistema scheletrico.

I campioni di cartilagine articolare, sono stati ottenuti dal condile femorale di 2 consanguinei con sindrome di Morquio durante intervento chirurgico eseguito per trattare il ginocchio valgo.

Un’analisi RT-PCR è stata eseguita per valutare l’espressione dei collageni di tipo I e II e gli RNA messaggeri ( mRNA ) di aggrecano.

E’ stato osservato che il livello medio del mRNA del collagene di tipo I era più alto nei campioni dei pazienti con sindrome di Morquio, rispetto ai controlli.

L’espressione media degli mRNA del collagene di tipo II e di aggrecano era invece più bassa.

L’aspetto morfologico della cartilagine ha mostrato una struttura tessutale scarsamente organizzata con cellule non distribuite omogeneamente, e più larghe rispetto ai normali condrociti, per la presenza all’interno dei vacuoli dei proteoglicani non metabolizzati.

I condrociti erano negativi all’immunocolorazione per il collagene II, mentre la matrice extracellulare era debolmente positiva.
L’immunocolorazione per il collagene di tipo I era positiva a livello cellulare.

Il cheratan solfato ha mostrato diffusa positività ed il condroitin-6-solfato era presente in tutto lo spessore della cartilagine.
Lo studio ha evidenziato nella cartilagine dei pazienti con sindrome di Morquio, una bassa espressione del collagene di tipo II ed un’alta espressione del collagene di tipo I sia a livello proteico che molecolare.
Questa scoperta potrebbe spiegare la riduzione dei movimenti articolari della caviglia e del ginocchio, osservabili in questi pazienti. ( Xagena2007 )

De Franceschi L et al, Osteoarthritis Cartilage 2007; 15 : 1311-1317


Endo2007 ML2007


Indietro

Altri articoli


La Sprifermina ha aumentato lo spessore della cartilagine e ridotto la perdita di cartilagine tra i pazienti con osteoartrosi del...


Sprifermina è sotto esame come farmaco per l'artrosi modificante la malattia. Sono stati valutati gli effetti della Sprifermina sulle variazioni...


Le patologie metaboliche che si presentano nei pazienti con infezione da HIV in terapia antiretrovirale ( ART ) possono aumentare...


La cartilagine nativa autologa del setto nasale, orecchio, o costola è il materiale standard per la ricostruzione chirurgica del lobulo...


MACI è un impianto utilizzato per riparare difetti della cartilagine alle estremità delle ossa della articolazione del ginocchio. È costituito...


L’osteoartrosi del ginocchio, una malattia della cartilagine e del osso periarticolare, è un problema di salute pubblica, senza trattamenti medici...


E’ stata compiuta una ricerca per determinare la relazione tra fumo e cambiamenti della cartilagine tibiale e rotulea, e lo...


Uno studio ha dimostrato che le cellule staminali di muscolo adulto possono trasformarsi in cartilagine in un modello animale, che...