Sindrome del tunnel carpale indotta da Anastrozolo


La sindrome del tunnel carpale si verifica quando il nervo mediano è compresso al polso nel tunnel carpale.
È stato suggerito che fattori di rischio ormonali possano essere coinvolti nella patogenesi della sindrome del tunnel carpale, e una maggiore incidenza di sindrome del tunnel carpale è stata riportata in studi clinici randomizzati con inibitori dell'aromatasi rispetto a Tamoxifene.

È stata effettuata un'analisi esplorativa dello studio IBIS-II ( International Breast Cancer Intervention Study II ), uno studio clinico in doppio cieco, randomizzato, in cui le donne ad aumentato rischio di cancro al seno sono state assegnate in modo casuale a ricevere Anastrozolo ( Arimidex ) oppure placebo.

Questo è il primo rapporto dei fattori di rischio e delle caratteristiche di sindrome del tunnel carpale nelle donne che assumono un inibitore dell’aromatasi in uno studio controllato con placebo.

Nel complesso, sono state osservate 96 partecipanti con sindrome del tunnel carpale: 65 ( 3.4% ) nel gruppo Anastrozolo e 31 ( 1.6% ) nel braccio placebo ( odds ratio, OR=2.16; P minore di 0.001 ).
10 partecipanti hanno manifestato una grave sindrome del tunnel carpale; di queste 8 stavano assumendo Anastrozolo ( P=0.08 ).

18 donne ( 0.9% ) nel braccio Anastrozolo e 6 donne ( 0.3% ) nel braccio placebo hanno subito l'intervento chirurgico, che era significativamente differente ( OR=3.06, P=0.018 ).

6 donne hanno interrotto il trattamento assegnato a causa della comparsa di sindrome del tunnel carpale.

A parte l'assegnazione del trattamento, un elevato indice di massa corporea ( BMI ) e un rapporto precedente di sintomi muscoloscheletrici dopo l’ingresso nello studio sono stati gli unici altri fattori di rischio per la sindrome del tunnel carpale identificati in queste donne in postmenopausa.

In conclusione, l'uso di Anastrozolo è stato associato a una maggiore incidenza di sindrome del tunnel carpale, ma poche partecipanti hanno richiesto un intervento chirurgico.
Sono necessarie ulteriori indagini sui fattori di rischio e sul trattamento della sindrome del tunnel carpale indotta da inibitori dell’aromatasi. ( Xagena2016 )

Spagnolo F et al, J Clin Oncol 2016; 34: 139-143

Gyne2016 Onco2016 Chiru2016 Farma2016


Indietro

Altri articoli

Il cancro dell'endometrio è spesso ormono-dipendente e viene trattato con inibitori dell'aromatasi. La deregolazione del percorso PI3K-AKT-mTOR osservata nel tumore...


Due grandi studi clinici hanno mostrato un tasso ridotto di sviluppo del tumore mammario in donne ad alto rischio nei...


Vi è incertezza sul programma ottimale di trattamento adiuvante del carcinoma mammario con inibitori dell'aromatasi e nessuno studio ha confrontato direttamente i tre inibitori dell'aromatasi Anastrozolo ( Arimidex...


Lo studio FACE ( Letrozole, Femara, Versus Anastrozole Clinical Evaluation ) ha confrontato l'efficacia e la sicurezza di Letrozolo adiuvante...


Il carcinoma duttale in situ è attualmente gestito con escissione, radioterapia e terapia ormonale adiuvante, di solito Tamoxifene. Si è...


Lo studio NSABP B-35 ha confrontato 5 anni di trattamento con Anastrozolo ( Arimidex ) rispetto a Tamoxifene nella riduzione...


Gli inibitori dell'aromatasi di terza generazione sono più efficaci del Tamoxifene per prevenire le recidive nelle donne in postmenopausa con...


Dati preclinici sostengono un ruolo chiave per il percorso PI3K nel cancro della mammella positivo al recettore degli estrogeni (...


La somministrazione di Acido Zoledronico ( Zometa ) in combinazione con terapia endocrina adiuvante è risultata associata a un significativo...