Un antagonista del recettore del peptide associato al gene della calcitonina nel trattamento in acuto della emicrania


Il peptide associato al gene per la calcitonina ( CGRP ) può avere un ruolo nello scatenamento dell’emicrania.
Pertanto è stato ipotizzato che un antagonista del recettore-CGRP potrebbe risultare efficace nella terapia degli attacchi di emicrania.

Uno studio ha valutato l’efficacia di un antagonista non peptidico del recettore-CGRP , BIBN 4096 BS.

Sono stati arruolati 126 pazienti affetti da emicrania ed è stato somministrato loro placebo o BIBN 4096 BS a diversi dosaggi.

Il dosaggio ottimale del farmaco è risultato quello di 2.5mg , con una risposta del 66% contro il 27% del placebo ( p = 0.001 ).
Nel complesso, la risposta nei pazienti trattati con BIBN 4096 BS è stata del 60%.

L’efficacia del BIBN 4096 BS rispetto al placebo è stata evidenziata anche a livello di end point secondari, come la scomparsa del dolore a 2 ore, la percentuale di risposta alle 24 ore, la percentuale di recidiva della cefalea, il miglioramento della nausea, della fotofobia, della fonofobia.

Un primo effetto del farmaco si è osservato dopo 30 minuti , ed è andato aumentando nelle ore successive.

La percentuale totale di eventi avversi è stata del 25% con la somministrazione di 2.5 mg di farmaco e del 20% tra tutti i pazienti trattati con BIBN 4096 BS rispetto al 12% del gruppo placebo.

Non si sono manifestati eventi avversi gravi.
Il più comune effetto indesiderato è stata la parestesia.

L’antagonista CGRP , BIBN 4096 BS , si è dimostrato efficace nella terapia degli attacchi acuti di emicrania. ( Xagena2004 )

Olesen J, et al, N Engl J Med 2004 ; 350: 1104-1110



Neuro2004 Farma2004


Indietro

Altri articoli

La sospensione degli antibiotici guidati dalla procalcitonina ( PCT ) sembra ridurre l'uso di antibiotici nei pazienti in condizioni critiche,...


Il recettore del peptide correlato al gene della calcitonina ( CGRP ) è stato implicato nella patogenesi dell'emicrania. Rimegepant è...


L'effetto dell'uso di antibiotici guidato dalla procalcitonina sul trattamento per sospetta infezione del tratto respiratorio inferiore non è ben definito. In...


E' stata effettuata una meta-analisi su 6.708 pazienti con infezioni respiratorie, arruolati in 26 studi effettuati in 12 Paesi. Da...


L'EMA ( European Medicines Agency ) ha completato una revisione dei benefici e dei rischi della Calcitonina essendo emersa, da...


La Calcitonina trova indicazione terapeutica nella prevenzione della perdita acuta di massa ossea dovuta a improvvisa immobilizzazione come in pazienti...


Il collasso delle vertebre è una comune frattura associata alla osteoporosi. Il dolore che ne consegue può essere grave e...


La procalcitonina è stata ben definita come un importante marker di sepsi e di infezione sistemica. Uno studio ha valutato...


La ridotta durata del trattamento antibiotico potrebbe tenere sotto controllo l'emergenza legata ai batteri resistenti ai farmaci nelle Unità di...


In precedenti studi clinici di non ampie dimensioni, un algoritmo basato sulla procalcitonina ha ridotto l’uso di antibiotici nei pazienti...