Cannabis per il dolore neuropatico cronico


Il dolore neuropatico cronico colpisce l’1-2% della popolazione adulta e non-risponde al trattamento farmacologico standard.
I pazienti affetti da dolore cronico hanno riferito di aver raggiunto sollievo dal dolore, miglioramento del sonno e dell’umore grazie alla Cannabis.

In uno studio crossover, adulti con dolore neuropatico post-traumatico o post-chirurgico sono stati assegnati in maniera casuale a ricevere 4 concentrazioni di Cannabis ( 0%, 2.5%, 6% e 9.4% di Tetraidrocannabinolo ) nel corso di 4 periodi di 14 giorni ciascuno.

I partecipanti hanno inalato una singola dose da 25 mg 3 volte al giorno per i primi 5 giorni di ciascun ciclo, seguiti da un periodo di washout di 9 giorni.

Sono stati arruolati 23 partecipanti ( età media 45.4 anni, 12 donne [ 52% ] ) e 21 di loro hanno portato a termine lo studio.

L’intensità media giornaliera del dolore, misurata alla scala numerica a 11 punti è risultata più bassa nel confronto primario tra Tetraidrocannabinolo 9.4% versus 0% ( 5.4 vs 6.1, rispettivamente; differenza: 0.7 ).

Le preparazioni con dosaggi intermedi hanno mostrato effetti non-significativi sul dolore.

I partecipanti trattati con Tetraidrocannabinolo 9.4% hanno riferito un miglioramento nell’addormentamento ( più facile, p=0.001; più veloce, p
Non sono state osservate differenze nell’umore o nella qualità di vita.

Gli eventi avversi legati al farmaco più comuni durante il periodo di somministrazione di Tetraidrocannabinolo 9.4% sono stati mal di testa, occhi secchi, sensazione di bruciore nelle aree di dolore neuropatico, vertigini, intorpidimento e tosse.

In conclusione, un’inalazione singola di 25 mg di Cannabis con Tetraidrocannabinolo 9.4%, 3 volte al giorno per 5 giorni, ha ridotto l’intensità del dolore, ha migliorato il sonno ed è risultata ben tollerata, ma sono necessari ulteriori studi a lungo termine su efficacia e sicurezza d questo trattamento. ( Xagena2010 )

Ware MA et al, CMAJ 2010; 182: E694-701


Farma2010 Neuro2010


Indietro

Altri articoli

Secondo uno studio, i pazienti che fanno uso di Cannabis provano più dolore dopo un intervento chirurgico rispetto ai pazienti...


L'espansione della medicalizzazione e della legalizzazione della Cannabis aumenta l'urgenza di comprendere i fattori associati alla disabilità acuta alla guida. Si...


L'uso prenatale di Cannabis continua ad aumentare, ma gli studi sulle caratteristiche demografiche, psichiatriche e mediche associate all'uso di Cannabis...


Tra i pazienti con emorragia subaracnoidea aneurismatica, quelli con un consumo recente di Cannabis avevano maggiori probabilità di avere un'ischemia...


Uno studio ha evidenziato un elevato rischio di malattia cardiovascolare di tipo aterosclerotico associato all'uso di Cannabis. Dei 7.159 partecipanti (...


Gli studi sugli animali hanno dimostrato che il cervello degli adolescenti è sensibile alle interruzioni nella segnalazione degli endocannabinoidi, con...


Alla luce dell'aumento dell'uso di Cannabis tra le donne in gravidanza, il Surgeon General degli Stati Uniti ha recentemente emesso...


Esiste una necessità clinica sostanziale e insoddisfatta per il trattamento farmacologico dei disturbi da uso di Cannabis. Il Cannabidiolo potrebbe...


La Cannabis è una delle droghe più utilizzate al mondo. Il disturbo da uso di Cannabis è caratterizzato dall'uso ricorrente...


L'uso di Cannabis è associato ad un aumentato rischio di successivo disturbo psicotico, ma non è chiaro se influisca sull'incidenza...