Poliposi adenomatosa familiare: Celecoxib non deve essere utilizzato off-label a seguito del ritiro di Onsenal


Il Comitato per i prodotti medicinali per uso umano ( CHMP ) dell'EMA ( European Medicines Agency ) ha concluso la revisione sull’uso di Celecoxib un inibitore selettivo Cox-2, nella riduzione del numero di polipi intestinali adenomatosi nella poliposi adenomatosa familiare ( FAP ).
Secondo CHMP le evidenze disponibili di sicurezza e di efficacia non supportano l'uso di Celecoxib nei pazienti con FAP.

Questa revisione è successiva al ritiro volontario da parte di Pfizer dell'autorizzazione all'immissione in commercio del suo medicinale orfano contenente Celecoxib, Onsenal, che è stato autorizzato per l'uso in pazienti affetti da poliposi adenomatosa familiare.

Il motivo del ritiro è stato che Pfizer non era in grado di fornire i dati relativi ai benefici clinici a causa di un lento arruolamento in uno studio clinico. Questi dati sono stati richiesti dal CHMP, al momento del rilascio dell'autorizzazione all'immissione in commercio di Onsenal.

I prodotti contenenti Celecoxib sono attualmente autorizzati nell'Unione Europea per il trattamento sintomatico dell'osteoartrosi, dell'artrite reumatoide, della spondilite anchilosante.

La revisione dell’EMA è stata avviata in seguito ai timori associati al potenziale uso dei medicinali contenenti Celecoxib nell’indicazione off-label della poliposi adenomatosa familiare dopo il ritiro di Onsenal.

Il CHMP ha esaminato i dati disponibili sull'uso di Celecoxib in pazienti con poliposi adenomatosa familiare. Questi dati includono i risultati dello studio principale che ha portato all'autorizzazione all'immissione in commercio di Onsenal, uno studio in corso con Celecoxib, i dati di sicurezza postmarketing e i dati provenienti dalla letteratura pubblicata.
Il CHMP ha concluso che il beneficio di Celecoxib in pazienti con poliposi adenomatosa familiare non è stato sufficientemente dimostrato e non è superiore all’aumentato rischio di effetti indesiderati cardiovascolari e gastrointestinali, che deriverebbe dall’uso di alte dosi e dall’uso a lungo termine in pazienti con questa patologia. ( Xagena2011 )

Fonte: EMA, 2011


Gastro2011 Farma2011


Indietro

Altri articoli


La chirurgia del tumore alla testa e al collo ( HNC ) con ricostruzione tissutale libera è associata a considerevole...


Le lineeguida attuali sono in conflitto per i pazienti ad alto rischio di eventi sia cardiovascolari che gastrointestinali che continuano...


La iperespressione tumorale della cicloossigenasi-2 ( COX-2 ) è risultata associata a un peggiore risultato nel carcinoma polmonare non-a-piccole cellule...


STAMPEDE ( Systemic Therapy for Advanced or Metastatic Prostate Cancer: Evaluation of Drug Efficacy ) è uno studio randomizzato controllato...


Quando utilizzato a dosi moderate, l’inibitore selettivo di COX-2, Celecoxib ( Celebrex ), è risultato non-inferiore ai farmaci anti-infiammatori non-steroidei...


Celecoxib ( Celebrex ) è risultato essere non-inferiore a Ibuprofene o a Naproxene per quanto riguarda la sicurezza cardiovascolare. Rispetto...


Celecoxib ( Celebrex ), impiegato a dosaggi moderati nei pazienti con osteoartrosi o artrite reumatoide, presenta un profilo cardiovascolare simile...


L’espressione della proteina cicloossigenasi-2 ( COX-2 ) in pazienti con carcinoma del polmone non-a-piccole cellule potrebbe non solo rappresentare un...


L’Agenzia europea dei Medicinali, EMA, ha completato la revisione sull'uso di Celecoxib per ridurre il numero di polipi in pazienti...