Herpes genitale: comportamento sessuale degli individui con una precedente storia di infezione


Uno studio ha descritto le differenze nei comportamenti sessuali tra individui con herpes gentale durante il periodo sintomatico e quello asintomatico della malattia.

Un questionario è stato sottoposto a 1193 individui tra il 1998 e il 2001.
Tutti i partecipanti all’analisi erano eterosessuali, monogami, con una storia di herpes genitale sintomatico ed una confermata infezione da HSV-2.

L’attività sessuale riportata durante i periodi asintomatici rispetto a quelli sintomatici è stata del 98% versus 40% ( p < 0.001 ), 76% versus 29% ( p < 0.001 ) e del 25% versus 11% ( p < 0.001 ) per i rapporti vaginali, orali e anali, rispettivamente.

L’uso regolare del profilattico, invece, durante il periodo asintomatico e durante il perodo sintomatico è stato del 20% versus 35% ( p < 0.001 ), 2% versus 7% ( p < 0.001 ) e del 10% versus 15% ( p = 0.131 ), rispettivamente.

La percentuale di individui che si sono astenuti dai rapporti vaginali o che hanno sempre fatto uso del profilattico è stata del 21% versus 74% ( p < 0.001 ), per i periodi asintomatici rispetto ai sintomatici.

Le analisi multivariate hanno indicato che i fattori di rischio associati ai rapporti sessuali durante i periodi sintomatici dell’infezione da herpes genitale comprendevano l’impiego della spirale ( odds ratio aggiustata, aOR = 2.96 ), il vivere in America Latina ( aOR = 2.16 ) o in Europa ( aOR = 1.67 ) piuttosto che in Nord America, casi precedenti di malattie trasmesse sessualmente ( aOR = 1.42 ), un più elevato numero di rapporti sessuali mensili ( aOR = 1.09 ) ed un più elevato numero di recidive annue di herpes genitale ( aOR = 1.08 )

I dati hanno indicato che la maggioranza delle persone con herpes genitale si è astenuta dai rapporti sessuali o ha fatto regolare uso del profilattico durante i periodi sintomatici della malattia.
Tuttavia, l’impiego del profilattico è risultato relativamente basso nei periodi asintomatici, rispetto a quelli sintomatici. ( Xagena2006 )

Fonte: Rana RK et al, Sex Transm Infect 2006; 82: 69-74


Inf2006Gyne2006


Indietro

Altri articoli

Il DNA dell'herpesvirus umano 6B ( HHV-6B ) viene frequentemente rilevato nel liquido di lavaggio broncoalveolare ( BALF ) da...


Rimane incerto se l'uso delle statine sia associato a rischio di tubercolosi e di herpes zoster nei pazienti con diabete...


L'herpes zoster, una frequente complicanza a seguito del trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche ( HSCT ), è associato a...


I pazienti con lupus eritematoso sistemico ( SLE ) sono sensibili all'infezione da virus herpes simplex ( HSV ), che...


L'encefalite da herpes simplex può scatenare l'encefalite autoimmune che porta a peggioramento neurologico. Sono stati valutati la frequenza, i sintomi,...


La Commissione Europea ha approvato Shingrix per la prevenzione del fuoco di Sant'Antonio ( Herpes Zoster ) e della nevralgia...


Shingrix è un vaccino impiegato per proteggere gli adulti di età pari o superiore a 50 anni contro le eruzioni...


Studi istopatologici hanno indicato l'herpes zoster ( HZ ) come un fattore causale di arterite a cellule giganti ( GCA...


Uno studio che ha coinvolto adulti di 50 anni di età o più anziani ( ZOE-50 ) ha mostrato che...


Gli studi epidemiologici dimostrano che le infezioni infantili, tra cui il virus della varicella zoster ( VZV ), sono associate...