Linfomi associati a HIV e gamma-herpesvirus


Il linfoma di Burkitt e il linfoma diffuso a grandi cellule B con differenziazione immunoblastica-plasmacitoide ( che coinvolge anche il sistema nervoso centrale ) sono tra i più comuni linfomi associati a HIV ( virus dell’immunodeficienza umana ) .

I linfomi che si manifestano in modo specifico nei pazienti HIV-positivi comprendono il linfoma a effusione primaria e le sue varianti solide, il linfoma plasmoblastico del cavo orale e il linfoma a grandi cellule B che insorge nella malattia multicentrica di Castleman associata a sacoma di Kaposi.

Questi linfomi, assieme al linfoma di Burkitt e al linfoma diffuso a grandi cellule B con differenziazione immunoblastico-plasmocitoide, sono caratterizzati frequentemente dalla presenza di infezioni da virus di Epstein-Barr ( un gamma-herpesvirus ), e mostrano un fenotipo correlato alle plasmacellule.

L’infezione da virus di Epstein-Barr si manifesta con tassi differenti nei diversi tipi di linfoma, mentre il sarcoma di Kaposi è associato specificamente a linfoma a effusione primaria, che di solito si manifesta in condizioni di profonda immunosoppressione.

Le attuali conoscenze sui linfomi associati a HIV possono essere così riassunte:

1) i linfomi che si manifestano specificamente in pazienti con infezione da HIV sono strettamente collegati ad altre malattie di origine virale;

2) i linfomi legati all’AIDS rientrano in uno spettro di differenziazione delle cellule B nel quale i tumori associati a virus di Epstein-Barr o sarcoma di Kaposi mostrano comunemente differenziazione plasmoblastica;

3) la prognosi per i pazienti con linfomi e concomitante infezione da HIV potrebbe essere migliorata utilizzando protocolli di chemioterapia ottimali che associno trattamenti antitumorali e farmaci antiretrovirali. ( Xagena2009 )

Carbone A et al, Blood 2009; 113: 1213-1224

Inf2009 Onco2009 Emo2009



Indietro

Altri articoli

Il DNA dell'herpesvirus umano 6B ( HHV-6B ) viene frequentemente rilevato nel liquido di lavaggio broncoalveolare ( BALF ) da...


Rimane incerto se l'uso delle statine sia associato a rischio di tubercolosi e di herpes zoster nei pazienti con diabete...


L'herpes zoster, una frequente complicanza a seguito del trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche ( HSCT ), è associato a...


I pazienti con lupus eritematoso sistemico ( SLE ) sono sensibili all'infezione da virus herpes simplex ( HSV ), che...


L'encefalite da herpes simplex può scatenare l'encefalite autoimmune che porta a peggioramento neurologico. Sono stati valutati la frequenza, i sintomi,...


La Commissione Europea ha approvato Shingrix per la prevenzione del fuoco di Sant'Antonio ( Herpes Zoster ) e della nevralgia...


Shingrix è un vaccino impiegato per proteggere gli adulti di età pari o superiore a 50 anni contro le eruzioni...


Studi istopatologici hanno indicato l'herpes zoster ( HZ ) come un fattore causale di arterite a cellule giganti ( GCA...


Uno studio che ha coinvolto adulti di 50 anni di età o più anziani ( ZOE-50 ) ha mostrato che...


Gli studi epidemiologici dimostrano che le infezioni infantili, tra cui il virus della varicella zoster ( VZV ), sono associate...