Fattori di rischio ambientale, fattori protettivi e biomarcatori periferici per il disturbo ADHD


Sono stati studiati molti potenziali fattori di rischio ambientale, fattori di protezione ambientale e biomarcatori periferici per l'ADHD o disturbo da deficit di attenzione e iperattività, ma la costanza e l'entità dei loro effetti non sono ben definite.
Sono state valutate sistematicamente le evidenze pubblicate di associazione tra potenziali fattori di rischio, fattori protettivi o biomarcatori periferici e disturbo ADHD.

In una revisione generale di meta-analisi, sono state incluse revisioni sistematiche che hanno fornito meta-analisi di studi osservazionali che hanno esaminato le associazioni di potenziali fattori di rischio ambientale, fattori di protezione ambientale o biomarcatori periferici con diagnosi di disturbo ADHD.

Sono state incluse meta-analisi che hanno utilizzato criteri di diagnosi categorica di disturbo ADHD secondo il DSM, disturbo ipercinetico secondo ICD o criteri meno rigorosi del DSM o dell'ICD, come l'autovalutazione.
Sono stati esclusi articoli che non hanno esaminato fattori di rischio ambientale, fattori di protezione ambientale, o biomarcatori periferici dell'ADHD; articoli che non hanno incluso una meta-analisi; e articoli che non hanno presentato dati sufficienti per una nuova analisi.

Sono state calcolate le stime degli effetti sommatorie ( odds ratio, OR; rischio relativo RR; differenza media ponderata WMD; d di Cohen e g di Hedges ), eterogeneità statistica I2, intervallo di previsione del 95%, piccoli effetti dello studio e bias di significatività eccessiva.

Sono stati identificati 1.839 articoli, di cui 35 erano idonei per l'inclusione.
Questi 35 articoli hanno prodotto 63 meta-analisi comprendenti 40 fattori di rischio ambientale e fattori di protezione ambientale ( casi mediani 16.850, popolazione mediana 91.954 ) e 23 biomarcatori periferici ( casi mediani 175, controlli mediani 187 ).

L'evidenza dell'associazione è stata convincente ( classe I ) per obesità materna pre-gravidanza ( odds ratio, OR 1.63 ), eczema infantile ( 1.31 ), disturbi ipertensivi durante la gravidanza ( 1.29 ), pre-eclampsia ( 1.28 ) ed esposizione materna al Paracetamolo durante la gravidanza ( rischio relativo, RR 1.25 ).

L'evidenza dell'associazione è stata altamente suggestiva ( classe II ) per il fumo materno durante la gravidanza ( OR 1.6 ), asma infantile ( 1.51 ), sovrappeso materno pre-gravidanza ( 1.28 ) e vitamina D sierica ( differenza media ponderata, WMD -6.93 ).

Obesità materna pre-gravidanza e sovrappeso; preeclampsia, ipertensione, esposizione al Paracetamolo e fumo durante la gravidanza; malattie atopiche infantili sono state fortemente associate all'ADHD.
Precedenti studi familiari hanno indicato che l'obesità materna pre-gravidanza, il sovrappeso e il fumo durante la gravidanza siano confusi da fattori familiari o genetici, e sono quindi necessari ulteriori studi di alta qualità per stabilire la causalità. ( Xagena2020 )

Kim JH et al, Lancet Psychiatry 2020; 7: 955-970

Psyche2020



Indietro

Altri articoli

Osimertinib ( Tagrisso ) nel setting adiuvante ha indotto riduzioni clinicamente significative della recidiva e della mortalità della malattia a...


Il test degli anticorpi anti-peptide ciclico citrullinato ( anti-CCP2 ) di seconda generazione rileva la maggioranza ma non tutti gli anticorpi...


È stato effettuato uno studio sulla rosacea per definirne formalmente i contributi genetici e ambientali. È stata studiata una coorte...


Dalla fine del 2011, quando il lavoro scientifico di Don Poldermans è stato per la prima esaminato ci sono state...


La febbre mediterranea familiare è una malattia autoinfiammatoria causata da mutazioni del gene MEFV. È stato analizzato l'impatto di fattori...


Lo studio ATLANTIC aveva come obiettivo quello di determinare la tempistica ottimale per l’inizio della terapia antipiastrinica, valutando se Ticagrelor...


La crescita de novo dei follicoli piliferi nella pelle adulta avviene mediante un processo noto come neogenesi dei peli. Un...


Si sono voluti studiare i fattori di rischio medico e ambientale dell'alopecia cicatriziale centrifuga centrale, il tipo più comune di...


Il linfoma di Hodgkin rappresenta il più comune sottotipo di linfoma maligno nei giovani nel mondo occidentale. La maggior parte...